Dicono di noi

 

Francesca - Ritiro Silent Warrior - 2017

Ho preso un sacco di botte. E le ho date. Il corso mi ha aiutato a capire che il mondo non è fatto solo di pace e amore, che proprio come lo yin e lo yang dentro di noi c'è luce e oscurità. E che anche le nostre parti più buie vanno ascoltate. Era bellissimo nel ring picchiarci e poi andare a cena più amici di prima. la cosa più curiosa è che le tecniche che abbiamo imparato che sono state prevalentemente Muay Thai e BJJ ci hanno permesso comunicare con l'altro attraverso il "contatto".

Certo... penserai che sono fuori perché uno si picchia di brutto. In realtà mi sono nutrita a ho sentito di compensare ciò che mi manca nello Yoga che è proprio il contatto fisico con l'altro. Sono tornata a casa con un sacco di lividi, le ginocchia a pezzi e super felice di aver fatto nuovi amici, di aver imparato ad essere più resistente e a conoscere quella parte di me che si difende come istinto di sopravvivenza innato dentro ogni essere umano. Ti consiglio col cuore quest'esperienza!

Beatrice - Ritiro Silent Warrior - 2016

Ho fatto centro... Parto per un teacher training di Yoga, tenuto da un pusher di nome Marco, che si spaccia per agricoltore.

Convinta di "fare solo Yoga", mi ritrovo a praticare con la stessa passione, Muay Thai, Brazilian Jiu Jitsu, Functional Training, Corsa, Pittura, Silenzio contemplativo e, ad assistere a dei concerti live con gruppi musicali d'oltre oceano, cenando sotto le stelle con una buona birra artigianale.

Ritorno con: un pezzo di carta nuovo che mi abilita all'insegnamento dello Yoga livello avanzato(!) che, personalmente ritengo non esista, un livello avanzato, perchè fermamente convinta che siamo tutti principianti; con la consapevolezza che il corpo riesce a fare tutto, è la mente che dobbiamo convincere; con insegnanti che, senza presunzione alcuna, ti passano il messaggio attraverso l'esempio e non tramite i rimproveri, esattamente come si fa con i bambini., Conclusione: tra un salto con la corda, un tuffo in piscina, un sinistro destro gancio, si "impara" anche lo Yoga. Si impara giocando, esattamente come fanno i bambini.

Un "stacco la spina e mi disintossico mettendo ordine nel mio ripostiglio" Il mio Grazie a tutti.

 

Ines - Lezione Silent Warrior durante il corso 300 ore per Insegnanti di Yoga - 2016

Per quanto riguarda il SWT, sono rimasta affascinata durante il corso delle 300 ore e da quella lezione di prova ho constatato che al mio corpo serve quella disciplina, quel lavoro, quella nuova parte del mio cammino yogico. L'ambiente è ideale, clima, cibo, insegnanti. Insomma ho convinto anche una mia compagna di corso e... appena sbrigate le faccende burocratiche... faremo parte anche di questo nuovo percorso Hari-Om.

 

Mac - Ritiro Silent Warrior - 2016

Il Silent Warrior Camp è un'esperienza unica nel suo genere. È il viaggio in cui yin viene accompagnato costantemente da yang, è un'impresa che si porta avanti singolarmente, in cui ciascuno prova a dare il proprio meglio, al di là delle proprie possibilità presunte, ma è anche quel percorso che porta immediatamente a percepire che si è parte di un insieme.

Tutto il Silent Warrior Camp, con ogni sua tecnica, è meditazione ed è una meditazione speciale in cui, in alcuni momenti, ho "sentito" gli altri senza aver bisogno di parole e neppure di sguardi. Mi sentivo "lì" e sentivo "lì" anche loro.

Donata - Ritiro Detox - 2015

Yeahhhhhhhh... ecco cosa mi vibra in testa quando penso al corso Detox vissuto a Cascina Bellaria. Se chiudo gli occhi assaporo quelle albe incantevoli vissute in meditazione

sulla pedana delle frequenze vibrazionali seguite dal ritmo crescente del pranayama condotto alla guida di Marco Mandrino. Le immense lucidature del cuore attraversando i sentieri Sufi nei vortici crescenti attraverso le indicazioni preziose di Veronica Tamburella. Le danze liberatorie e la precisione dei guantoni... il sano digiuno che ti rende consapevole che non ci si nutre di solo cibo.

Sono felice di aver participato a questo ritiro perchè il viaggio all'interno di me prosegue in questa magica cascina con la sorprendente armonia di un equilibrio tra la sacralità dello spirito e il mettersi in gioco scoprendo che si può sempre camminare con l'ebrezza funambola di chi danza tra la musica e il silenzio.